Misurare l’efficacia del Direct E-Mail Marketing come fare?

Web Design | Marketing Bolzano Merano:///Misurare l’efficacia del Direct E-Mail Marketing come fare?

Misurare l’efficacia del Direct E-Mail Marketing come fare?

misurare-l-efficacia-del-direct-e-mail-marketing-come-fare-teramo-roseto-degli-abruzzi-giulianova-te-abruzzo-silvi-martinsicuro-pineto-alba-adriatica-atri-tortoreto-blog1-advstudio

Come misurare l’efficacia di una campagna di direct e-mail marketing?

Come sapere in che misura la nostra attività di direct e-mail marketing ci ha garantito dei risultati?

Il numero reale delle spedizioni (deliveries) effettuate tramite posta elettronica ci da prima di tutto la misura dell’ampiezza della nostra azione commerciale.

A conclusione della campagna pubblicitaria, avviene la consegna di un report da parte di chi si è occupato della fornitura del servizio.

I risultati ottenuti, vengono determinati in base a fattori specifici come:

–        tasso percentuale di apertura delle e-mail, ovvero la percentuale di destinatari che ha realmente aperto e visualizzato il contenuto del messaggio di pubblicità online

–        numero percentuale di click ottenuti (CTR o click through rate)

–        numero di vendite effettivo e di lead generati dalla campagna di DEM, anche detto tasso di convertion o conversione (dato questo che possiamo ottenere grazie all’attività di elaborazione dei dati da parte del nostro fornitore di servizio)

–        consultazione delle statistiche e valutazione dell’andamento dell’attività nel tempo anche con il monitoraggio delle tendenze di apertura e lettura di chi riceve le e-mail

Come si calcola in genere il costo di una campagna di direct e-mail marketing?

Il costo di una DEM è più alto rispetto alle newsletter e si esprime in CPM (costo per mille spedizioni e-mail) ed è determinato sia dalla qualità iniziale dell’archivio o database che dalla quantità delle deliveries (spedizioni) che sono state comprate dall’azienda.

Spesso il prezzo viene calcolato anche in base al numero di lead attirate verso il sito.

Si paga dunque la performance del fornitore del servizio sui contatti commerciali qualificati che ci ha fatto ottenere.

La qualità dei contatti commerciali (indirizzi e-mail disponibili) è data dall’accuratezza con cui si è qualificata l’utenza (in questo caso i messaggi pubblicitari devono risultare idonei al raggiungimento del target di clientela alla quale erano destinati) e dal rispetto delle norme sulla privacy, che non devono essere mai violate.

2017-02-05T11:50:51+02:00