Che cos’è il R.O.I.? Come si misura?

Web Design | Marketing Bolzano Merano:///Che cos’è il R.O.I.? Come si misura?

Che cos’è il R.O.I.? Come si misura?

che-cos-e-il-roi-come-si-misura-ravenna-faenza-lugo-ra-emilia-romagna-cervia-bagnacavallo-alfonsine-russi-massa-lombarda-conselice-castel-bolognese-fusignano-blog1-advstudio

Che cos’è il R.O.I.?

Perché è importante quando si parla di una campagna di search engine marketing?

Il R.O.I. è il rapporto costo/risultati di cui bisogna tenere conto quando si avvia la propria attività di marketing sul web. Uno dei parametri più importanti utilizzati dagli inserzionisti online.

Con la sigla R.O.I. (dall’inglese Return on Investment), si intende più semplicemente il guadagno rispetto a quanto si è investito per ottenere nuovi clienti.  Conoscere il valore del R.O.I. permette di aumentare il denaro investito su di una specifica parola chiave e quindi di ottimizzare la propria campagna di di web marketing.

Questo indicatore ci dice in che misura la parola chiave che poi si traduce in vendita ci assicura il maggiore guadagno sull’investimento. Grazie ai costi ridotti e alla presenza di visitatori qualificati,  il search engine marketing è la tecnica di web marketing che produce il R.O.I. più alto.

Ma come si misura il R.O.I.?

I dati sul ritorno dell’investimento si ottengono attraverso il monitoraggio delle conversioni, cioè le tutte quelle azioni che vengono effettuate dal cliente in visita sul nostro sito web.  Queste azioni posso consistere nel cliccare su un annuncio quando si decide di comprare un prodotto o un servizio offerto, ma possono essere anche download di file o registrazioni di vario tipo al sito.

Ecco allora in breve la formula per del R.O.I., che deriva sostanzialmente dall’utile derivato dall’investimento totale meno la cifra totale del capitale investito per la campagna pubblicitaria:

R.O.I.  =  guadagno totale dalla campagna pubblicitaria meno cifra totale dell’investimento

Perché il risultato finale sia soddisfacente rispetto all’operato del venditore, il R.O.I. deve essere infine necessariamente più alto del tasso di remunerazione atteso dall’azionista (R.O.E o Return on Equity) ma anche del R.O.D, (Return on Debit) ossia il tasso medio di interesse sul capitale preso in prestito.

2017-02-05T11:50:52+02:00